Common European Framework of Reference for languages2017-10-20T18:15:11+00:00

Il CEFR (Common European Framework of Reference for languages ovvero Quadro Comune Europeo di Riferimento per la conoscenza delle lingue, QCER) costituisce una linea guida utilizzata per descrivere i risultati conseguiti da chi studia le lingue straniere in Europa e indicare il livello di riferimento degli insegnamenti linguistici in ambiti differenti. È stato definito dal Consiglio d’Europa nell’ambito del progetto Language Learning for European Citizenship tra il 1989 e il 1996 con lo scopo di fornire metodi e parametri omogenei, applicabili a tutte le lingue europee, per valutare le conoscenze e trasmetterle. Una risoluzione del Consiglio d’Europa del 2001 ha raccomandato l’uso del CEFR per costruire sistemi di validazione dell’abilità linguistica.

Il CERF si articola in sei livelli di riferimento (A1, A2, B1, B2, C1, C2)che sono sempre più diffusamente accettati come standard per valutare il livello di competenza linguistica individuale; gran parte degli enti certificatori delle varie lingue europee utilizza ormai le nuove denominazioni dei livelli di conoscenza linguistica per le certificazioni rilasciate o, in alternativa, fornisce tabelle di conversione tra le denominazioni dei propri livelli e quelli del CEFR. Il Quadro Comune Europeo di Riferimento distingue tre fasce di competenza (base, autonomia e padronanza), articolate a loro volta in due livelli ciascuna, per un totale di sei livelli, e descrive ciò che un individuo è in grado di fare in dettaglio a ciascun livello nei diversi ambiti di competenza: comprensione scritta, comprensione orale, produzione scritta e produzione orale.

Le indicazioni nazionali prevedono per la lingua inglese nella scuola primaria un livello di uscita A1 mentre per la scuola secondaria di primo grado un livello in uscita A2.

A1 (Movers) Comprende e usa espressioni di uso quotidiano e frasi basilari tese a soddisfare bisogni di tipo concreto. Sa presentare se stesso/a e gli altri ed è in grado di fare domande e rispondere su particolari personali come dove abita, le persone che conosce e le cose che possiede. Interagisce in modo semplice, purché l’altra persona parli lentamente e chiaramente e sia disposta a collaborare.

A2 (Key for schools) Comprende frasi ed espressioni usate frequentemente relative ad ambiti di immediata rilevanza (es. informazioni personali e familiari di base, fare la spesa, la geografia locale, l’occupazione). Comunica in attività semplici e di abitudine che richiedono un semplice scambio di informazioni su argomenti familiari e comuni. Sa descrivere in termini semplici aspetti della sua vita, dell’ambiente circostante; sa esprimere bisogni immediati.

La nostra scuola prepara gli alunni a sostenere gli esami di certificazione: MOVERS e KEY FOR SCHOOLS